fbpx
Skip to content Skip to footer

Anello Blob Ring_incredible “Spazio monocromatico” – B. Uderzo

750,00

Anello Blob Ring_incredible “Spazio monocromatico”
Barbara Uderzo

Anello d’artista

I gioielli della collezione Blob esplorano dal 1992 il versante iconografico della cultura popolare. Realizzati in plastica colorata, incorporano micro-oggetti pop, pietre e cristalli, miniature, con una capacità onnivora degna del famoso magma da cui prendono il nome; gli ultimi nati approfondiscono le potenzialità della materia astratta ecosostenibile.

Gioiello d’artista pezzo unico.

Materiali: Argento 925 brunito con “fegato di zolfo”, cavallino microscultura in argento brunito con “fegato di zolfo”, sasso, plastica.
Dimensioni: 4,9 x 4 x 4cm
Misura: Ø M 19 gr 54,4

Esposto alla mostra: Premio Internazionale Mario Pinton – II edizione, omaggio a Donatello, a cura di Mirella Cisotto, Oratorio di San Rocco, Padova, 8 Maggio-12 Luglio 2015

Pubblicato nel catalogo relativo alla mostra: M. CISOTTO NALON (a cura di), Premio Internazionale Mario Pinton – II edizione, omaggio a Donatello, Padova, Grafiche Turato, pp. 130-131, 167 *

COD: BBU313 Categoria: Tag: , , , , , , Product ID: 5375

Descrizione

L’anello è un omaggio al monumento equestre raffigurante il condottiero Erasmo da Narni detto il Gattamelata:

“E dimostrassi Donato tanto mirabile nelle grandezza del getto, in proporzioni et in bontà che veramente si può aguagliare ad ogni antico artefice in movenze, in disegno, in arte, in proporzione, in diligenza”.

(Giorgio Vasari, Donato scultore fiorentino, in “Le Vite”, Edizione giuntina, vol. III, pag 214).

Sulla testa a tronco di cono dell’anello vi è una piazza, quella della Basilica del Santo, con un cavallino, il cenotafio equestre donatelliano. Con pochi, essenziali elementi –  una pavimentazione, un cavallo –  tutto all’insegna di una rigorosa monocromia ottenuta con plastiche di durezza e malleabilità variabile e con la brunitura al “fegato di zolfo”, l’artista ha delineato il suo spazio ideale, di pensiero, di ragionamento.

Barbara Uderzo appunto ragiona sull’arte, pensando a quella generazione di artisti del Quattrocento, tra i quali Donatello fu maestro e capostipite, che della sperimentazione tecnica fecero atto creativo. L’artista in questa opera lascia momentaneamente la ricca e corposa tavolozza di plastiche policrome, suo tratto individuale e prettamente veneta, per “sperimentare” il chiaroscuro di matrice toscana.

I Blob-ring sono sculture indossabili, dove la ricerca estetica, condotta nell’ambito dei linguaggi pop contemporanei – fumetto, cinema, fotografia, design -, si coniuga con la capacità di manipolare e di integrare, con tecniche a freddo e a caldo, metalli preziosi e altri materiali, le plastiche soprattutto. Da ciò scaturiscono forme, composizioni ed integrazioni inedite e coinvolgenti. Ogniqualvolta l’artista si accinge alla loro realizzazione inizia un percorso esperienziale: il Blob, “il fluido che uccide” (dal titolo del famoso film di fantascienza degli anni ’50), assurto a metafora del vissuto quotidiano –  lungo il suo dilagante cammino non si sa che cosa ingloberà o inghiottirà:  idee, oggetti, immagini, riferimenti, sensazioni, materiali, esperienze.

Lia Lenti

Informazioni aggiuntive

Peso 0.0544 kg
Dimensioni 0.049 × 0.04 × 0.04 m

Ti potrebbe interessare…